martedì 24 giugno 2008

GIUDICHIRICO TRADITORE!! AUUU!! AUUU!! AUUU!!

video

LA DEMOCRAZIA DI GIUDICHIRICO

video

"Gli elettori non fanno il risultato... i politicanti fanno il risultato.."

lunedì 23 giugno 2008

SMCV HA IL SUO RENZO PIANO... E LE STRADE SPROFONDANO...

La nuova rotonda di Piazza S. Francesco: eliminata la vela campochiaresca



SARA' CAPITATO A CHIUNQUE ABBIA BUTTATO L'OCCHIO SULLE TABELLE CHE INDICANO I LAVORI PUBBLICI NELLA NOSTRA CITTA'.

PIU' DEL 90% DELLE OPERE PUBBLICHE (E NON SOLO) RECANO LA FIRMA DELL'ARCHITETTO CARLO RAUCCI.

SENZA NULLA TOGLIERE ALLA PROFESSIONALITA' DEL CITATO PROFESSIONISTA, MA E' NORMALE CHE E' L'UNICO A CUI VENGONO AFFIDATI I LAVORI DI PROGETTAZIONE E/O ESECUZIONE DEI LAVORI A SMCV E IN ZONE LIMITROFE?

COME MAI NESSUNO PARLA?

COME MAI A NESSUNO SORGE IL DUBBIO?

IL RENZO PIANO SAMMARITANO E' L'UNICO TITOLATO A LAVORARE?

SIA BEN CHIARO, LA STORIA NON NASCE OGGI, L'ING. MAZZOTTI NE SA QUALCOSA...

E L'UFFICIO TECNICO DI SMCV?

COME MAI LE DITTE A CUI SI AFFIDANO, SEMPRE SENZA GARA, I LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA SONO SEMPRE LE STESSE?

MA LA LEGGE NON PARLA DI ROTAZIONE E TRASPARENZA?

COME MAI A SMCV QUESTA TRASPARENZA MANCA E, ANCOR DI PIU', LE DITTE CHE LAVORANO SONO SEMPRE LE STESSE?

E COME SE NON BASTASSE, I LAVORI ESEGUITI SONO PESSIMI; BASTI PENSARE ALLE STRADE DISSESTATE, O AL SISTEMA IDRICO COLABRODO, O ALL'INADEGUATO SISTEMA FOGNARIO.

NON PASSA GIORNO CHE L'UFFICIO TECNICO NON AFFIDI ALLE SOLITE DITTE, PER INGENTI SOMME, LAVORI CHE NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI DEVONO ESSERE RIPETUTI DOPO UN MESE, COSI' DA CONSENTIRE NUOVE DETERMINE DI PAGAMENTO DA PARTE DI UN UFFICIO TECNICO FIN TROPPO CONSENZIENTE.

E QUEST'AMMINISTRAZIONE? COMPLICE! SANNO E FINGONO DI NON SAPERE!!

E PER METTERCI ANCHE LA CILIEGINA SULLA SUCCULENTA TORTA, SI NOMINA ANCHE UN DIRIGENTE SENZA REQUISITI.

CHI INTERVIENE?

sabato 21 giugno 2008

PAPOCCHIO ALLA SAMMARITANA


I PRIMI HANNO FATTO SINDACO IL SECONDO CONTRO LA TERZA...
LA TERZA OGGI STA CON IL SECONDO CON I VOTI DEI PRIMI...
MORALE PER GIUDICIANNI:
L'INGRATITUDINE UMANA E' PIU' GRANDE DELLA MISERICORDIA DIVINA!!
MORALE PER CHIRICO:
TRADIMENTO PIACE ASSAI, TRADITOR NON PIACE MAI!!
MORALE PER DI MURO:
CHI E' CAUSA DEL SUO MAL PIANGA SE STESSO!!

venerdì 20 giugno 2008

CHIEDETE SCUSA, TRADITORI!

In occasione del ballottaggio per le comunali del 10 e 11 giugno 2007, la coalizione del centrodestra, guidata dal dott. Lopez, decise di non apparentarsi con le due coalizioni di sinistra e di lasciare libertà di voto al proprio elettorato.
All'indomani del primo turno, si tenne a casa mia, su richiesta dell'amico ed ex assessore Giovanni Maddaloni, un incontro con lo stesso Maddaloni, il sindaco uscente Vincenzo Iodice e il candidato sindaco Maria Luisa Chirico; presenti anche l'ex consigliere di AN Pasquale Dubliano e il presidente di Azione Giovani Gaetano de Novellis.
L'incontro, molto cordiale, verteva sulla legittima richiesta politica della coalizione della prof. Chirico di ricercare apparentamenti col centrodestra in vista del ballottaggio, in nome di una grande alleanza che scongiurasse la vittoria dell'ibrida coalizione di Giudicianni.
A parte la legittimità della richiesta di apparentamento di chi aveva da recuperare un gap elettorale considerevole, riconobbi e riconosco tuttora la correttezza degli interlocutori che individuarono nel sottoscritto, quale più votato del centrodestra, la persona con cui intavolare un'eventuale trattativa da sottoscrivere, eventualmente,alla luce del sole.
Le forti divergenze identitarie, politiche e programmatiche resero alla fine impossibile un progetto di apparentamento, pur avendo condiviso la pericolosità di un'eventuale vittoria della coalizione Giudicianni, che andava dalla DC a Rifondazione Comunista, e che metteva assieme rappresentanti autorevoli della precedente amministrazione e rappresentanti altrettanto autorevoli dell'opposizione, in un mix esplosivo i cui effetti sono da un anno sotto gli occhi di tutti.
Avevamo, insomma, visto bene; ma noi del centrodestra abbiamo avuto ulteriormente ragione a non accettare apparentamenti con chi oggi transita armi e bagagli, e senza pudore, con coloro che, in campagna elettorale, hanno fortemente contrastato.
A conferma di ciò, basti ricordare la serata del venerdi antecedente il turno del ballottaggio: nel Parco delle Acacie, residenza del sottoscritto, del consigliere Giordano e dell'allora candidato sindaco Maria Luisa Chirico, si tenne, per volontà della professoressa, un'assemblea aperta con i condomini, alla quale mi fu chiesto di presenziare per lanciare un segnale di sostegno agli amici del parco.
La stima personale per la prof. Chirico, la cortesia dovuta per il cordiale invito e per i rapporti di vicinato, nonchè la convinzione che rappresentasse il "male minore" nel turno di ballottaggio, mi indusse a partecipare al momento conviviale.
Folta la presenza dell'entourage della prof. Chirico, tra cui l'ing. Napoletano e l'avv. Gianfranco Corvino; alla presenza di moltissimi condomini, la prof. Chirico ribadì le ragioni per non votare Giudicianni:
1. Sarebbe stato un candidato di comodo, un rappresentante dell'intesa tra Stellato e Di Muro;
2. Gli si contestava di essere stato nominato presidente della STU dal sindaco Iodice, ma di professare la religione della discontinuità;
3. Votare Giudicianni significava sostenere Di Muro e, quindi, il ritorno ad un triste passato;
4. Si sarebbe sostenuto quel gruppo di centrosinistra (Campochiaro - Natale - Stellato in primis) con cui l'ex sindaco Iodice aveva deciso di rompere definitivamente dimettendosi.
Sulla base di questi principi la prof. Chirico chiese il voto, con l'impegno di un'opposizione seria in caso di sconfitta e assicurando che MAI avrebbe fatto accordi con Giudicianni.
Il Parco Acacie, come dimostrano i dati elettorali, l'ha votata per questo.
Migliaia di elettori l'hanno votata per questo.
E per questo l'ho votata anche io. Sbagliando.
Mi ero illuso che avrebbe potuto e saputo mantenere la parola data, e invece non è stato così.
C'avevo creduto anche per un motivo: quando Enzo Iodice se ne liberò senza troppi tentennamenti, non esitai a difenderla in consiglio comunale, perchè epurare chi aveva ottenuto più di 600 preferenze non rappresentava proprio l'esaltazione della democrazia e della volontà popolare.
Oggi prendiamo atto che il rispetto della volontà popolare non appartiene nemmeno alla professoressa Chirico, così come ai suoi colleghi di cordata.
Dopo aver promesso serietà e intransigenza contro "l'esercito del male", oggi la ritroviamo proprio lì, assoldata, allineata e coperta contro gli elettori che avevano votato Lei per non votare Giudicianni.
Chieda scusa, cons. Chirico.
Chieda scusa per non aver mantenuto la parola.
Per aver tradito i Suoi elettori e quanti, come me, pur non sostenendola politicamente, avevano creduto in una moralità politica che non ha saputo rappresentare.
Chieda scusa a chi l'ha votata per stare all'opposizione e non per saltare sul carro del vincitore.
CHIEDA SCUSA PERCHE' ORA ANDRA' A GOVERNARE CON I VOTI DI QUEL DI MURO DAL QUALE DICEVA DI VOLER PRENDERE TANTO LE DISTANZE; PERCHE' NON PRENDE LE DISTANZE ANCHE DA QUEI VOTI?
FORSE PERCHE' QUESTO SIGNIFICHEREBBE DOVER TORNARE A CASA?
I ribaltoni, i tradimenti, il potere per il potere sono il motivo per cui la Politica è diventata così ripugnante, perchè così poco seria.
QUESTA POLITICA, SENZA DIGNITA', SENZA ONORE, SENZA ORGOGLIO, SENZA COERENZA, CI FA SCHIFO!!
Dario Mattucci

mercoledì 18 giugno 2008

VOGLIAMO I NOSTRI SPAZI

playground in un quartiere di Milano
MA PERCHE' A SANTA MARIA NON E' POSSIBILE FARE SPORT ALL'APERTO?
PERCHE' NESSUNO SI INTERESSA MAI DI REALIZZARE UNO O PIU' PLAYGROUND?
IN TUTTO IL MONDO LO FANNO E, ANCHE IN CASA NOSTRA, BASTA ANDARE A CASERTA PER VEDERE QUANTE DECINE DI RAGAZZI POPOLANO QUESTI CAMPETTI PER PRATICARE UN PO' DI SPORT, PER STARE IN COMPAGNIA IN MODO SANO, PER VIVERE LE NOSTRE CITTA'.
SANTA MARIA NON OFFRE NIENTE SOTTO QUESTO PROFILO.
BASTEREBBE COSI' POCO PER RENDERE VIVIBILI E CIVILI LE NOSTRE CITTA', E INVECE... STAMM TROPP NGUAJAT!!

martedì 17 giugno 2008

IL BANDO CHE NON C'E' PIU'

E' bastato un articolo sulla stampa del nostro consigliere Dario Mattucci ed i responsabili del sito internet del Comune hanno immediatamente eliminato il bando per la selezione del nuovo dirigente del Settore Tecnico.
Il provvedimento di nomina del sindaco è del tutto illegittimo, poichè il tecnico incaricato non possiede i titoli richiesti dalla legge per l'accesso alla dirigenza.
Si mormora che ancora una volta si sia trattato di un'imposizione del consigliere regionale Stellato, da cui dipende ogni mossa del Sindaco.
La domanda è: Ma tra tante persone, non potevate individuare chi ha i titoli?
DILETTANTI ALLO SBARAGLIO

lunedì 16 giugno 2008

sabato 14 giugno 2008

IN RICORDO DI ALMIRANTE

LUNEDI 23 GIUGNO - ORE 18:30
FORUM DI CASERTA
L'INSEGNAMENTO POLITICO DI GIORGIO ALMIRANTE
A 20 ANNI DALLA SCOMPARSA
Interverranno:
Dario MATTUCCI
Angelo POLVERINO
Gennaro CORONELLA
Mario LANDOLFI
Concluderà:
GENNARO MALGIERI

mercoledì 11 giugno 2008

ONORE ALLA JUVE !!



LA JUVE CASERTA TORNA IN SERIE A DOPO 15 ANNI E DOPO 18 ANNI DALLO SCUDETTO.
NON E' SOLO UNA VITTORIA DELLO SPORT, MA IL RISCATTO DI UN TERRITORIO MARTORIATO DAGLI OMICIDI DI CAMORRA, DAL MALCOSTUME DILAGANTE, DALLO SCANDALO RIFIUTI.
LO SPORT E I GIOVANI SONO LA NOSTRA SPERANZA; PER QUESTO, REALTA' COME LA JUVECASERTA VANNO SOSTENUTE E TUTELATE, PERCHè ESISTE ANCORA QUALCOSA DI SANO ED EMOZIONANTE IN QUESTA PROVINCIA...